Che Te Lo Scrivo a Fare

Ascolto

David Bowie non era un’icona rock

Ma quale rock star. Ma quale musicista. Certo che lo era, ma si trattava più che altro di un effetto della sua prima vera e indiscutibilmente calzante forma di espressione: il teatro. La poesia, ...
Navigo

E ora parliamo di XFactor

Un po’ tardi in effetti, puramente per un problema di tempi: per conoscerne bene le dinamiche occorre qualche puntata, dato che su otto, almeno le prime tre sono una serie di salamelecchi ...
Scrivo

Someone Like You

È buona usanza prestarsi i CD. Quelle vecchie cose tonde, lucenti e bucate in mezzo che si usavano nei lettori CD. Che ormai non si usano più. Tranne che nelle case, quando si vuole fare gli snob ...
Guardo

La Verità sul Casting Harry Quebert

Ho letto, nelle ultime settimane, La Verità sul Caso Harry Quebert. Un libro che, presumo, qualcuno tra voi ha letto un anno fa quando andava di moda. Qualcun altro mai leggerà. Ma tranquilli, ...
Guardo

Il metodo Fred Vargas

Esce oggi in Italia Tempi glaciali di Fred Vargas così anche quest’estate posso portarmi in aereo un polar invece di libri che l’educazione vieta di leggere sui mezzi di ...
Scrivo

Fenomenologia di Bill Murray

Bill Murray è il postmodernismo. O meglio, la sua faccia lo è. Ne è emblema, simbolo. Me lo disse alcuni anni fa un professore universitario prendendo a esempio la sua faccia. Quella faccia ...
Scrivo

Nuova Darsena. Quattro di notte.

Un sacchetto con una grande emme sopra. Galleggia gonfio di sarcofagi di hamburger, bicchieri accartocciati e carte di patatine in mezzo a bottiglie